ILLUMINAZIONE CINEMA/TEATRO DI SAN MASSIMO

INTERVENTO PER NUOVA ILLUMINAZIONE CINEMA/TEATRO SAN MASSIMO (VR)

Verona, 12/01/2016
Nel mese di ottobre 2015 è stata realizzata la nuova illuminazione del Cinema Teatro San Massimo, quartiere della periferia ovest della città di Verona; il complesso ristrutturato e rinnovato nei primi anni 90, utilizzava ancora l’impianto di illuminazione originale, costituito da corpi illuminanti del tipo fluorescente cosiddetti “a catodo freddo”, posati all’interno di una nicchia del controsoffitto. Tali lampade hanno garantito una adeguata illuminazione totalmente indiretta per oltre un ventennio, ma soprattutto negli ultimi anni si era ormai denotato uno scadimento della qualità dell’illuminazione all’interno della sala.
Per questo motivo ma anche per questioni di sicurezza legate al fatto che tali lampade utilizzavano ancora degli alimentatori con tensione secondaria piuttosto elevata e quindi pericolosa nel momento in cui si facevano interventi di manutenzione, abbiamo convenuto nel corso di quest’anno di dover sostituire tutte le lampade all’interno della sala.
L’intervento realizzato nell’arco di una giornata, ha contemplato la rimozione delle vecchie lampade (ed il loro successivo smaltimento presso A.M.I.A. Verona S.p.a.) dalla nicchia predisposta a soffitto della sala e la successiva installazione al loro posto di n. 24 corpi illuminanti con lampade a led, costruite con tecnologia “a fosfori remoti”.
Tutta l’illuminazione, ad eccezione di quella di sicurezza è rimasta con luce completamente indiretta; ciò garantisce un ottimo comfort visivo, visto le ottime prestazioni illuminotecniche delle lampade unito ad una sensibile diminuzione dei costi legati al consumo di energia elettrica (dato che il consumo di energia elettrica è passato da circa 1200-1300 W agli attuali 700 circa).
Pertanto è certo che negli anni a venire si avranno certamente anche notevoli risparmi sui consumi di energia elettrica della sala.
Infatti le nuove plafoniere lineari tipo “AGUN”, realizzate utilizzando la tecnologia “LED con fosforo remoto” dalla Ditta HIKARI (Via Mirandola, 37/a – 37026 – Settimo di Pescantina – VR), consumano complessivamente circa 500 W in meno di potenza elettrica rispetto alle precedenti lampade fluorescenti a catodo freddo.
Ricordiamo che normalmente il fosforo è solitamente depositato sulla superficie del LED blu, per ottenere le varie gradazioni di luce bianca. In questi corpi illuminanti si trova invece all’interno della copertura della plafoniera stessa.
Le misurazioni fatte con luxmetro analogico (mod. YOKOGAWA), prima dello smantellamento del vecchio impianto hanno dato come risultato un illuminamento medio (a circa 80 cm da terra), pari a 35-45 lux. La stessa misurazione effettuata dopo il montaggio dei nuovi corpi illuminanti a LED ha portato tale valore a 85-90 lux medi.

Il progetto è stato curato dal light designer Giorgio Butturini.

Redatto: Roberto Posenato

 

IMG_0245 IMG_0244    DSCN2607